Seguici su
1_Linee di Sangue

 

» 1 capitolo: - Il mio Labrador Retriever: Il concetto di tipo e i primi Labrador Retriever

» 2 capitolo: - Il mio labrador : Il tipo che porta al moderno e ai miei Labrador

» 3 capitolo: Il mio Labrador: linea di sangue del Ch Veyatie Rock n' Roll

» 4 capitolo: Il mio Labrador : La linea di Up Above The Milky Way

» 5 capitolo: Il mio Labrador: l'influenza del Poolstead e del Rocheby

» 6 capitolo: Il mio Labrador: dal Veyatie con il Poolstead ecco Victor

1 capitolo: - Il mio Labrador Retriever: Il concetto di tipo e i primi Labrador Retriever


          Il mio tipo ideale di Labrador Retriever:

 

 

  

 

                                         

                  una elaborazione dei rapporti tra le parti nelle proprorzioni fenotipiche

 

nb: se qualcuno vuole approfondire la discussione sulla proporzione tra altezza dal gomito a terra e la altezza dal gomito alla linea dorsale e tra Labrador moderno e Labrador del passato vale la pensa vedere il link di Jack Vanderwyk :

http://labradornet.com/shorter.html

 

 

Dalla definizione straordinariamente azzeccata di TIPO in cinognostica data da Walter Gorrieri:

       “ il tipo è la somma di tutte le  bellezze relative di una razza”.

 

Una  definizione del genere  richiede la nozione del concetto di pregio assoluto e prego relativo che definiscono la bellezza di un soggetto e che si può giudicare da molti punti di vista, iniziando da quello estetico per arrivare a  quello funzionale.

Per assoluto si intende il pregio che interessa qualunque soggetto indipendentemente dalla razza di appartenenza (normalmente riguarda i caratteri vitali e l'economia del lavoro) e per relativo si intende il pregio che interessa una o alcune razze particolari (normalmente riguarda la funzione per cui la razza è specializzata).

Quindi la bellezza relativa, al opposto di quella assoluta, riguarda una particolare razza ed è in relazione alla espressione dei pregi relativi e quindi riguarda la peculiarità di quella razza (normalmente in stretta relazione alla sua attitudine al lavoro).

 

                      Il TIPO, pur in un orizzonte determinato,

                 è suscettibile di fatto a infinite interpretazioni.

 

     Ogni Allevatore può avere nella sua mente un tipo ideale del tutto personale

            e in genere influenzato dal primo approccio con la razza e con il suo innamoramento. 

 

Il mio TIPO di Golden Retriever è radicato nella mia mente con una straordinaria chiarezza pur non essendo un soggetto in particolare ma piuttosto un essere virtuale che ha forma e corpo nonché spirito etereo e che riassume i caratteri dei soggetti da me visitati nella realtà e attraverso la storia della razza setacciata attraverso le mie conoscenze cinognostiche del momento, e allo stesso tempo in continuo mutamento, intrise di sensazioni di armonia e di perfezione dell’insieme, qualità che richiedono la sensibilità emotiva di un Artista, e della capacità di esprimere la funzione originaria, che richiede una sensibilità percettiva più proprie ad un Architetto.

 

                                           

Quindi la mia idea di Allevatore è quella di un Architetto che pensa come un Architetto ma in un contesto materiale del costruire diverso dal edificare propriamente inteso.

 

 Chiarite le premesse su quello che intendo per Tipo in Cinognostica vediamo l'evoluzione della razza:

 

 

Storia del Labrador e le sue linee di sangue originarie più importanti

 

In questa ricerca la mia prospettiva è tutta rivolta al tipo e vuole ricostruire un percorso storico possibile che porta alle odierne linee di sangue presenti nel mio Allevamento Fior d’Acqua.

 

Ovviamente il mio è un taglio storico e come tale assai personale e ricco di interpretazioni tutt’altro che oggettive ma sentite con il cuore e la mia fervida immaginazione e rivolte alla ricerca della perfezione.

 

Per chi volesse affrontare l’argomento in modo più specifico e completo rimando ai testi che mi hanno aiutato nel mio percorso e i cui autori ringrazio profondamente in quanto mi hanno permesso di dare supporto concreto all’idea di Labrador che avevo già nella mia mente immaginato come il mio cane per eccellenza:

 

La sintesi storica è stata presa dalla Rivista “Il Labrador” Organo ufficiale del Labrador Retriever Club Italiano, prendendo a spunto il lavoro di Piera Zerbi nel n° 2 anno 2003 a proposito di Lady Howe e aggiungendovi una sintesi del lavoro di David Craig apparso nel n°1 anno 2004.

 

Indispensabile mi è stato il prezioso testo di Richard Edwards “ The Show Labrador Retriver in Great Britain and Northern Ireland 1945-1995 Volume Two” regalatomi da Sergio Sgorbati che ringrazio per la gentilezza.

 

Per la ricchezza dei pedigree ho tinto dal testo di Ann Britton, Erica Jayes & Rosemary Hewitt “ Pedigree Labradors of United Kingdom 2003”.

 

Per avere una visione straordinaria della Storia del Kennel Sandylands non vi è di meglio che viaggiare nel testo di Richard Edwards “Sandylands”.

 

Infine se si vuole vedere i Sanylands tramite Web l’indirizzo è: http://www.sandylands.net/

 

Allora:

 

Il riconoscimento della razza presso il Kennel Club inglese è datato 1903.

Il Labrador Retriever Club inglese nasce nel 1916 insieme alla redazione dello Standard di Razza.

 

     Fautrice di questa nascita è  Lorna Contess Howe

                      I primi Labrador di Lady Howe  avranno il suo Affisso: Banchory

   Il Campione più famoso del Affisso di Lady Howe sarà:

                                                           

 CH Banchory Bolo

 

Nel 1948 dal maschio Banchory Jack accoppiato con la femmina Pont Du Fahs nasce il maschio British Justice (nel allevamento Higgs) che accoppiato con Sandylands Belle of Helenspring con il 1° accoppiamento e 2° accoppiamento darà alla luce i due cani da cui inizierà la storia dei Sandylands ovvero Sandylands Justice e Sandylands Juno.

CH.Sandylands Justice - CH Sandylands Belle of Hellenspring - CH British Justice

 

Incominciò un periodo di collaborazione tra Lady Howe e Gwen Broadley ( Affisso Sandylands)

 

Il Kennel Sandylands di Gwen Broadley fu, e ancora è, uno dei più importanti Allevamenti

che hanno valorizzato, e praticamente costruito, il moderno Labrador.

 

La prima femmina nera di Gwen fu Juno of Sandylands ( acquistata a caso) e il primo vero campione fu il maschio nero Jerry of Sandylands ( comprato da Sigg.Foulds)

CH.Jerry of Sandylands fu padre di Janice of Sandylands e del primo cane allevato da Gwen: Sandylands Ben.

 

Il primo Campione post-bellico (1944) fu una femmina nera: Sandylands Blackberry

Ch Sandylands June del 1936 e CH Sandylands Truth del 1960

 

Gwen aveva in mente chiaramente l'idea di tipo e lo si vede nei suoi cani anche nelle evoluzioni storiche mantenedo quell'unità anche nella trasformazione

 

Gli anni 50 furono gli anni di maggior successo del Sandylands:

 

Gwen Broadley acquista ( dai Sigg, Cairns) due stalloni neri straordinari:

SH.CH. Sam of Blaircourt e CH. Sandylands Tweed of Blaircourt

 

CH Sandylands Tweed of Blaircourt (1958)

 

Tweed era considerato cosi perfetto nelle forme da essere usato come tipo per la copertina del Annuario Del Retriever Club Inglese

 

 

Da un figlio di Tweed ovvero il maschio giallo Sandylands Tan accoppiato con la femmina nera Sandylands Shadow (figlia di Sam) nasce la cucciolata “T” da cui muove il Labrador moderno da Esposizione con il maschio giallo Sandylands Tandy che divenne un Super Riproduttore

 

CH Sandylands Tandy (1961)

 

e con la sorella nera, di prima cucciolata, CH. Sandylands Truth,

 

CH. Sandylands Truth  (1960)

 

madre del leggendario maschio nero Sandylands Mark

 

CH.  Sandyland Mark 

 

 

Da notare come è cambiata la massa e l'ossatura, la dimensione dei diametri trasversali, l'attaccatura delle oreccchie e la forma della testa, il muso  e la dimensione degli occhi,  la forma del granio, della dimensione della testa e del rapporto di lunghezza tra cranio e muso nonchè la qualità del pelo

 

Da qui in poi il Kennel Sandylands produsse una infinità di Campioni.

 

Nel 1970 si associò al Sandylans Kennel Mr. Garner Anthony.

Nel febbraio del 1999 morì Gwen Broadley lasciando in eredità un patrimonio zootecnico formidabile.

La continuazione del successo dei Sandylands oggi è dovuta alla grande amicizia e fedeltà della collaboratrice di Gwen, Erica Javes che visse tutte le grandi storie del Kennel e che oggi ne continua le tracce insieme a Anthony Garner.

 

 

 

  

 Attenzione: Il mio lavoro ha attinto da materiale raccolto nei modi e usi più diversi dal mio archivio personale. Chiunque delle persone o proprietari e/o allevatori di Soggetti da me citati o possessori di copyright sulle stesse foto da me usate, sbatatamente, in modo improprio è pregato di inviarmi un messggio di reclamo al info@fiordacqualabrador.it al fine che io possa immediatamente riparare a tale situazione togliendo le foto o aggiungendovi delle link, nel caso il tiolare lo preferisse. Anche per eventuali errori storici o ortografici o di qualunque altro genere sono a totale disposizione per cancellazioni o riparazioni.

Sperando di aver fatto cosa gradita , là dove avevo i riferimenti aggiornati ho collegato link per poter raggiungere le persone o i siti deputati e anche in questo caso se non fossero gradite basta un avviso e saranno immediatamente rimosse.

                                                                                                

                                            

 Continua al 

2 capitolo: - Il mio labrador : Il tipo che porta al moderno e ai miei Labrador (clicca qui)


 
© 2009 - 2017 Via E. Fermi 6 BUTTAPIETRA (VR) - Italy - Telefono +39 045 6661122 | Labrador Retriever
info@fiordacqualabrador.it Privacy Policy | Terms of Use | Login | Siti Internet Verona