Seguici su
Etologia di una "Evoluzione Creativa"

 

Analisi critica di un rapporto "Speciale"

» 1_Etologia di una "Evoluzione Creativa"

» 2_ La Socialità: una particolare forma di dominio

» 3_Cura della prole e legame individualizzato

» 4_Aggressività e forme del suo controllo

» 5_ Ritualizzazione

» 6_ Gerarchia e Ranghi sociali come forme di controllo dell'Aggressività

1_Etologia di una "Evoluzione Creativa"

"Lo studio dell'etologia venne  utilizzato a partire dal 1900 come valido metodo di addestramento, che sostituì in molti casi i tradizionali metodi basati sulla meccanica inflizione di punizioni corporali agli animali che non adottassero i comportamenti desiderati. "Il mondo del cane è più ricco di quanto noi immaginiamo, portando a spasso al guinzaglio il nostro Fido", di questo è fermamente convinto Eberhardt Trumler, ("A tu per tu col cane") che ha imparato a godere della "genuina natura" del cane, partecipando "agli avvenimenti felici" della sua vita, senza pretendere solo ed esclusivamente il contrario. Infatti se qualcuno non se n'è ancora accorto, Fido, mentre l'uomo era impegnato a conquistare il mondo, ha sviluppato la capacità di comunicare con il grande branco degli uomini per entrarvi a pieno titolo. Konrad Lorenz l'ha definita "evoluzione creativa" e solo di fronte ad essa l'uomo, oppresso da una nuova e più profonda solitudine, ha recuperato il senno e ha deciso di ritornare sui propri passi e ricominciare tutto daccapo: così è nata l'etologia.

Studiare il comportamento degli animali ed in particolare dei cani per Lorenz significa riuscire a comunicare con loro, vivere pienamente con loro, allargare la sfera di emozioni e percezioni ordinarie grazie a loro e soprattutto riscattarli dal ruolo immeritato di servitori muti dell'uomo."

dalla voce: Etologia in Wikipedia


Il rapporto Uomo/Cane visto da un punto di vista etologico:

 

La motivazione sociale:

 

Le motivazioni primordiali che spingono gli animali (uomo e cane) a consociarsi ai consimili:

 

_ La Paura --> affermazione dell’istinto alla sopravvivenza --> difesa Individuale e del territorio

_ La Ricerca di Sicurezza e di Stabilità --> tensione al Controllo del Caos naturale --> controllo e

                                                                         dominio del territorio

_ Maggiore successo predatoriale --> caccia organizzata in gruppo può mirare a prede più grandi

                                                                  e pericolose

_ La Procreazione = continuità biologica della specie

 

Differenza tra Uomo e Cane:

 

Il modo in cui ciascuna specie si rapporta alla socialità è specie-specifico,

ovvero appartiene specificatamente a ciascuna specie in modo esclusivo

e riguarda tutta la loro specifica sfera esistenziale.

 

Tra l’uomo e il cane ci sono molte analogie:


_sono entrambi animali sociali che devono controllare l’Aggressività

_sono entrambi mammiferi

_sono entrambi predatori

_sono entrambi carnivori “evoluti” a onnivori ( evoluzione più radicale nell’uomo che nel cane!)

 

ma anche differenze sostanziali:


_sono diversi nella morfologia (quadrupede il cane, bipede l’uomo)

_sono diversi nella fisiologia ( dall’apparato digerente a quello sensoriale e cerebrale)

_sono diversi nella percezione e visione del mondo

_sono diversi nell’interazione con l’ambiente esteriore e interiore e con i consimili

 

Tutte queste analogie e differenze complicano non di poco le relazioni possibili tra Uomo e Cane

che bisognerà analizzare dettagliatamente per averne coscienza precisa.

 

Ma questa analisi dettagliata sarà oggetto di una trattativa successiva.

 

Al momento affrontiamo la Differenza (Alterità) tra Uomo e Cane riguardo alla visione/percezione del mondo e alla forma della Socialità e conseguente necessità di un Meccanismo di Controllo dell’Aggressività attraverso la Ritualizzazione e la formazione della Gerarchia.


Continua Cap 2 : La Socialita (Clicca Qui)


 
© 2009 - 2017 Via E. Fermi 6 BUTTAPIETRA (VR) - Italy - Telefono +39 045 6661122 | Labrador Retriever
info@fiordacqualabrador.it Privacy Policy | Terms of Use | Login | Siti Internet Verona