Seguici su
Etologia di una "Evoluzione Creativa"

 

Analisi critica di un rapporto "Speciale"

» 1_Etologia di una "Evoluzione Creativa"

» 2_ La Socialità: una particolare forma di dominio

» 3_Cura della prole e legame individualizzato

» 4_Aggressività e forme del suo controllo

» 5_ Ritualizzazione

» 6_ Gerarchia e Ranghi sociali come forme di controllo dell'Aggressività

5_ Ritualizzazione

L’Acquietamento dell’Aggressività è un compito centrale dei Riti sociali!

 

L’Aquietamento = occultare i segnali scatenatori del combattimento (Aggressività) = inibire (sottrarsi) a ulteriori attacchi ---> il sottomesso in tale modo non appare più come scatenatore di lotta.

La ritualizzazione di sottomissione utilizza comportamenti e/o segnali esattamente contrari a quelli usati per minacciare o sfidare (spesso viene usato il comportamento infantile)

 

Processi di Ritualizzazione:

 

-Filogenetico : processo lungo e generazionale della specie, spontaneo e innato

-Ontogenetico: appreso nel corso dello sviluppo giovanile

                         (altro es. di apprendimento: accattonaggio ----> si impara il vantaggio prodotto da una 

                           situazione occasionale di mendicare con profitto)

                       

-Tradizionale: tramandato per via culturale ( Riti tradizionali = segnali --->potenza, sottomissione,amicizia, ecc.) ---> importante funzione di mantenere la coesione del gruppo ( e indirettamente diventano anche motivo di segregazione del gruppo stesso --->  tensione all’ostilità verso l’estraneo!)

 

In tutti e tre i tipi di processi di Ritualizzazione abbiamo gli stessi caratteri espressivi tipici:

-semplificazione-transvalutazione- esagerazione- ritmica

 

-Nel Processo di Ritualizzazione, i Moduli Comportamentali vengono transvalutati a segnali        ( movimenti espressivi), spesso anche con la contemporanea insorgenza di particolari strutture somatiche modificatesi in funzione del conformare il segnale in modo tale che esso colpisca l’attenzione ( del recettore) e risulti inequivoco ( ciò vale anche per i segnali che sorgono nel corso della ritualizzazione culturale!)

 

Più le inibizioni sono innate più difficile è superare la loro efficacia

 Più le inibizioni sono culturali più facile è trovare una “razio” che le annichilisca


L’Aquietamento dell’Aggressività è un compito centrale dei Riti sociali!

 

L’Aquietamento = occultare i segnali scatenatori del combattimento (Aggressività) = inibire (sottrarsi) a ulteriori attacchi ---> il sottomesso in tale modo non appare più come scatenatore di lotta.

La ritualizzazione di sottomissione utilizza comportamenti e/o segnali esattamente contrari a quelli usati per minacciare o sfidare (spesso viene usato il comportamento infantile)

 

_ Acquietamento e formazione del legame sociativo:

 

I comportamenti che, oltre l’acquietamento, mirano a fondare anche un legame:

- Offerta di cibo ---> ritualizzazione di Presa di Contatto deducibile dalle cure parentali (infantilismo)

- Cura corporale ---> idem con valenza di grande gradevolezza

- Riti di saluto che si svolgono ad ogni incontro  à possono avvenire anche tramite segnali sessuali ( es la copula simbolica e la presentazione del sedere che presentandosi roseo e rotondeggiante assomiglia al volto rotondo e roseo dell’infante)

 

_ L’Acquietamento dell’aggressività verso il congenere può essere ottenuta attraverso l’offerta di cibo (vedi anche analogia ai regali)

---> L’offerta di cibo può divenire ritualizzata come saluto di pacificazione


--->   Il regalo può fungere anche da “fantoccio” (e/o capro espiatorio)

---> L’offerta di cibo può sortire anche come comportamento sociativo nella formazione di un legame di coppia

--> funzione di vezzeggiamento e di allettamento-avvicinamento (il maschio sbatte le ali come un piccolo nidiaceo all’arrivo della mamma suscitando l’interesse della femmina e la femmina utilizzando comportamenti di derivazione infantili (mendicazione del cibo) che incoraggiano il maschio alla nutrizione e alle cure parentali à iniziativa di presa di contatto à preliminari alla copula)

---> ritualizzazione pertinente all’alimentazione e deducibile dal comportamento di cura parentale

_Nutrizione bocca a bocca (nei mammiferi):

--->     origina varie forme di vezzeggiamento orale (fino al vomitare il cibo per i piccoli )

----> origina il comportamento di strofinamento carezzevole dei musi come forma di saluto intimo

I Moduli comportamenti infantili possono diventare Repertorio Comportamentale degli adulti che si  servono di essi quando c’è bisogno di scatenare acquietamento e assistenza e fungono da inibitori dell’aggressività ( il modo più esplicito è il presentarsi con appresso i bambini direttamente come segno di pace) à vengono designati come “regressioni” e  come “infantilismi” ( es. il parlicchiare come un infante e usare modi da bambino “bisognoso”, dondolare,  mendicare, l’imboccamento…)

Il cane sottomesso, prostandosi in giacitura dorsale, con la coda fra le gambe ed emettendo qualche goccia di urina, stimola il modulo comportamentale delle cure parentali, di riflesso amichevole e sociativo, e quindi devia, acquietandola, l’aggressività del conspecifico.

(Dai passi traballanti del cucciolo si estende la ritualizzazione con finalità acquietante del amichevole pesticciare, del cane, come gesto di presa di contatto).

 

 

_ Moduli comportamentali ----> Funzione acquietante e rafforzante del legame

   di cura corporea sociale        intraspecifico e di gruppo che viene vissuta piacevolmente

                    |                             come sensazione gradevole e amichevole in via primaria

                    |                             (leccamento, strofinamento, pettinatura e piumaggio)                         

                    V

    spesso ritualizzate a       ----> persino con gesti a vuoto fatti in aria

     puri gesti simbolici                (schioccare della bocca, leccare a vuoto)

   

_Acquietamento e fondazione di legami ----> dei riti di saluto che si svolgono ad ogni incontro

----> possono avvenire anche tramite segnali sessuali

( es la copula simbolica e la presentazione del sedere che presentandosi roseo e rotondeggiante assomiglia al volto rotondo e roseo dell’infante)

 

 

Consociazione = Moduli comportamentali:       +   Pulsione istintiva/ Appetizione a cercare la

                           - fondanti un legame                   vicinanza del congenere (bisogno) e a volerla

                           - acquietanti l’aggressività         mantenere

 

L’efficacia del saluto-minaccia == L’amore non è primariamente figlio della aggressività,

presuppone sempre un legame        ma nasce insieme allo sviluppo della cura della prole

                                                         che ne comprende la difesa!

 

                                                                        Gruppo = famiglia allargata

                                                      Difesa del Gruppo ----> deriva dalla cura della prole e della famiglia

                                                                     |                                                           |

                                                                                                                             V

Partnership               <-----     Partnership di lotta ----> La difesa della prole ( e del gruppo) lega!!!

Individualizzata

         V

Assistenza

individualizzata         ---->  Premesse per una vita sociale differenziata

ai piccoli                                             

 

Nella sua qualità di essere sociale con inclinazioni aggressive, anche l’uomo si è dovuto misurare col problema di dominare l’aggressività.

 

Animale uomo = essere sociale culturale  ---->  inclinazioni aggressive = necessità di controllo

                                                                                                                      dell’aggressività

- nel Gruppo evita le provocazioni                                                                               |

- cerca di mettere la pace quando due congeneri litigano                                <--------|

- scontri inevitabili vengono mitigati impiegando Riti acquietanti

  ( se si è costretti a respingere il desiderio di un nostro prossimo,

    ci scusiamo e non rispondiamo direttamente ma “sub rosa” à

    già la risposta è “coperta di rose” = diminuisce l’asprezza del

    rifiuto à conserva il legame sociale à nella vita quotidiana,

    continuamente, indoriamo il rifiuto esprimendo il nostro

    rincrescimento à in qualche modo ci sentiamo obbligati a

    mantenere la pace all’interno del gruppo)

Noi aspiriamo, del tutto in modo innato e spontaneo, ad attivare tutte le forze possibili di tipo  sociative, comprese quelle sessuali, per frenare (controllare) l’aggressività                                   

 

La tensione all’annullamento dell’aggressività però va di pari passo con la disindividualizzazione dei rapporti umani, compresi quelli sessuali e alla conseguente morte dell’amore.

La disindividualizzazione = rapporti anonimi = estraneità del prossimo = sfiducia del prossimo = paura = ricerca di sicurezza = ricerca di legami sociali = formazione di gruppi individualizzati = aggressività verso l’esterno e formazione di comportamenti di controllo della aggressività interna = formazione di ranghi gerarchici = reazioni culturali giovanili di critica alla scocietà = formazione di movimenti tesi alla uguaglianza à disindividualizzazione = nascita dell’aggressività e il circolo riprende dall’inizio ( e la storia ricomincia!).

 

La vita sociale = un circolo biologico-comportamentale

regolata dalla forza vitale dell’aggressività

 

 

 La rimozione => sentimento di colpo ----> sviluppo di un rapporto di dipendenza

                            (tramite i sentimenti di colpa gli uomini si lasciano docilmente guidare = vedi

                              Peccato Originario)

 

Comunità -----> un pericolo comune rafforza => l’aggressività rivolta ad un nemico comune

di lotta             la coesione del gruppo                  ha un     forte valore sociativo

      |                                                                                                      |

      V                                                                                                    V

esiste solamente negli animali     ---->                     origina dalla difesa della prole

dotati di cura della prole                         (legame attraverso la paura = legame primario-primordiale)

      |                                                                                                     |

     V                                                                                                    V

premessa per il successo nel        ---->   L’aggressività diviene un coesivo di gruppo solo in via

l’allevamento della prole                         secondaria passando per difesa della prole (unica forma

                                                                       associativa che avviene tramite l’aggressività)

                                                                                                             |

                                                                                                             V

                                                                Stringersi più strettamente l’un l’altro in caso di pericolo,

                -----------------------        per la difesa o l’aggressione comune

                |                                                = fondano un legame straordinariamente forte

                V

Ritualizzazione della                  ------> Finalizzata al coinvolgimento del partner sessuale

Simbolica del combattimento     ------> Finalizzata alla coesione del gruppo  --->  simboli di natura aggressiva                                             

               |                                               (vedi: araldica = armi e/o animali aggressivi in posizione di

               |                                                minaccia o di combattimento;  monumenti commemorativi =  

               |                                                oltre al  patimento per la solidarietà in battaglia si unisce la

               |                                               difesa della prole con donne e bambini riunisti sotto le armi

               V                                               o la bandiera)

Forma ritualizzata

= giochi agonistici       -------->  i simboli della coesione di gruppo anonimi sono

( es. calcio, basket…)            di natura aggressiva e hanno una forte capacità sociativa                                                     

        |                                               |

       V                                              V

Il saluto:   -----> putativo minaccioso = dimostrazione di forza

       |    ------> saluto-minaccia = disponibilità al comune combattimento ( es. pugno chiuso)

       V

Salutare con un modulo comune = obbliga alla lotta comune

      |

     V

Il Riso      =  Forma di minaccia = movimento espressivo nato   ----> odio ritualizzato => si ride di

                     Ritualizzata             dall’ odio verso l’estraneo e/o           qualcuno o si derive qualcuno

                     sociativa innata        verso i congeneri   (mostare i                                |

                                                       denti e emettere ritmicamente                              V

                                                       versi di minaccia)                                  chi ride si sente collegato al

                                                                                                                    gruppo tramite questo odio

                                                                     ritualizzato

Capro espiatorio    ==    forma ritualizzata per legare       ----> deviazione dell’aggressività su falsi (e/o

                                       il gruppo tramite l’aggressività           surrogati) scopi  di ostilità atti a rafforzare

                                                                          |                           la coesione del gruppo tramit la paura

                                                                         V

L’identificazione tramite l’aggressività è  pericolosa !!!

…per il suo forte impegno emozionale

( diventa pericolosa soprattutto se si rivolge contro i nostri simili (vedi lo sterminio degli ebrei) ma può divenire anche una forte capacità di reazione comunitaria diffronte ad eventi catastrofici naturali e formare una forza unificatrice molto costruttiva e di forti valenze emotive)

Noi difendiamo i nostri ideali con la stessa passione con cui proteggiamo i nostri figli

…e in certo senso si può dire che i nostri ideali sono veramente i figli del nostro spirito

 

Nb: i maschi sono naturalmente più inclini (portati) a stringersi operativamente ( forse per la naturale spinta della caccia in branco e alla difesa del territorio e dei ranghi gerarchici) con i congeneri dello stesso sesso ( escludendo la femmina…biologicamente meno adatta e più legata alla cura della prole) ----> da cui la maggiore inclinazione dei maschi a stringere amicizie fortemente emotive e colorite (senza valenze sessuali) rafforzate attraverso esperienze di vissuto concreto.

(----> da questo genere di comunicazione deriva la nostra classica e innocente bevuta o mangiata con gli amici!...però legata alle profonde radici della socialità)

 

 

La paura =              ---> attivazione della fuga di un individuo verso l’altro

forza  sociativa     |      (verso la madre o un superiore di grado)

(di tipo primario)    ---> scatenamento dell’aggressività collettiva ( vedi: comunità di lotta)


----> Paura verso i nemici

----> Paura verso il caos ( l’instabilità e il disordine) ----> l’ordine == sicurezza e stabilità!!!


Predisposizione

     (innata)         =      si radica nella motivazione della fuga

verso l’ordine             (la possibilità di poter fuggire ci tranquillizza!)


Ordine = orientamento nel tempo e nello spazio ( …verso l’esterno)                        | = Sicurezza

                poter predire cosa pensano gli altri in realzione a noi (…verso l’interno) |

                (es il bambino continua a voler sapere quello che facciamo

                 ----> acquisizione orientamento sociale = ricerca di sicurezza)

 

Il bisogno di sicurezza ----> in non conoscere con certezza cosa si deve fare 

                                      ----> induce a forte sottomissione

                                               (e alla ricerca disperata di un referente di rango superiore!) 


                                          Radice su cui si fonda la predisposizione ad eccettare i più alti in rango

                                          (nella paura si fonda anche il rapporto genitori-figli à da cui la

                                           ritualizzazione di un comportamento paterno del superiore e del

                                           corrispettivo comportamento infente e dipendente delll’inferiore

                                           di rango)

 

La sociazione ansiosa ( una forma della paura) ----> fondamento della coesione sociativa religiosa

( con il concetto di peccato originale e la minaccia di eterna dannazionesi uniscono gli uomini a Dio Padre)

La sociazione tramite il terrore ( forma della paura) ----> strategia dei tiranni ( sottomissione per paura della crudeltà)

 

 

Nell’uomo la maggiore predisposizione alla conflittualità e all’aggressione è rafforzata da due fattori aggiuntivi che gli permettono di superare le inibizioni innate:

 

1) La tecnologia delle armi:

Le nostre inibizioni innate all’aggressività sono intonate alle nostre strutture biologiche

_L’uso di armi = eliminazione del tempo necessario per esibire un comportamento di sottomissione

                            ----> lo sviluppo della tecnica ha superato le nostre inibizioni innate!

                            ----> L’uso di una nuova arma richiede di inventare un nuovo controllo culturale 

      

2) La “degradazione” dell’avversario: = risveglio della paura e della sfiducia verso l’altro ----->   > aggressività

Attraverso l’intelletto e la razionalizzazione l’uomo può “convincersi ” della assoluta abnegazione di identità dell’avversario riducendolo ad animale nemico e pericoloso o peggio ad un “mostro” che non solo sarebbe lecito, ma addirittura doveroso uccidere.

La degradazione dell’avversario mette fuori circuito la Compassione

----> viene meno il rispetto della personalità individuale !!!

 

Importante: Il comportamento di estraneità e di abnegazione della altrui individualità appellandosi alla paura e alla pericolosità del altro visto come un nemico biologico porta l’uomo  ad eliminare, ovvero non sentire, la innata inibizione dell’aggressività di un consimile di specie e a non riuscire a venir colpito dai suoi segnali di sottomissione e di acquietamento ritualizzati.

Contrariamente la frequentazione di un congenere di specie, anche di razza diversa, induce alla fraternizzazione attraverso la immedesimazione e il riconoscimento dell’altro come un’ essere umano come noi  e risveglia la disponibilità a stabilire legami e a frenare l’aggressività.  

 

Più le inibizioni sono innate più difficile è superare la loro efficacia

 

Più le inibizioni sono culturali più facile è trovare una “razio” che le annichilisca 

----> e più diventa importante la formazione culturale aperta alla fratellanza e

al rispetto della personalità rafforzata dalla educazione alla Tolleranza e alla Compassione

 ---> combattendo il peggior nemico della inibizione della aggressività: la “degradazione” dell’avversario, del diverso, dell’altro!



Se vuoi continuare con il Cap. 6:_ Gerarchia e Ranghi sociali come forme di controllo dell'Aggressività (Clicca Qui)



 
© 2009 - 2017 Via E. Fermi 6 BUTTAPIETRA (VR) - Italy - Telefono +39 045 6661122 | Labrador Retriever
info@fiordacqualabrador.it Privacy Policy | Terms of Use | Login | Siti Internet Verona